Vai al contenuto

Finlandia, chiusi a tempo indeterminato i valichi con la Russia

La Finlandia ha deciso di chiudere a tempo indeterminato otto valichi di frontiera con la Russia, lasciando aperto solo quello in Lapponia.

SONY DSC

La tensione tra Finlandia e Russia si intensifica con la decisione di Helsinki di chiudere a tempo indeterminato otto dei suoi valichi di frontiera con la Russia, mantenendo aperto solamente quello di Raja-Jooseppi, situato in Lapponia. Questa mossa arriva in risposta a quello che il governo finlandese del primo ministro Petteri Orpo descrive come un tentativo da parte di Mosca di “pilotare” l’immigrazione verso il suo territorio. Nelle ultime settimane, oltre 800 migranti provenienti da Paesi come Afghanistan, Kenya e Marocco hanno attraversato il confine dalla Russia alla Finlandia, spingendo Helsinki a prendere misure drastiche.

La decisione di chiudere i valichi di frontiera segue un periodo di crescente tensione tra i due Paesi, aggravata dall’invasione russa dell’Ucraina nel febbraio 2022 e dall’ingresso storico della Finlandia nella NATO. Questi eventi hanno portato a un aumento dell’importanza del presidente finlandese nel contesto delle crescenti tensioni con la Russia.

La chiusura dei valichi di frontiera è stata annunciata per la prima volta il 16 novembre, quando il governo finlandese ha deciso di chiudere quattro valichi nel sud-est del Paese. La decisione è stata poi estesa a tutti i valichi, ad eccezione di quello in Lapponia, per contrastare l’immigrazione “orchestrata” dalla Russia. Questa mossa è stata vista come un segnale forte inviato alla Russia, sottolineando il sostegno incondizionato dell’Europa all’Ucraina.

La situazione alla frontiera è stata descritta come calma dal capo della stazione di confine di Ivalo, Vesa Arffman, nonostante la preparazione a gestire masse molto grandi di migranti. La lunga frontiera orientale della Finlandia, condivisa quasi interamente con la Russia, rimarrà aperta solo a Raja-Jooseppi, in Lapponia, dove sarà possibile presentare richiesta di asilo.

Anche altri Paesi nordici, come Estonia, Lettonia e Norvegia, stanno considerando di adottare provvedimenti simili nei loro tratti di confine con la Russia, in risposta alle accuse di “manovrare” i migranti. Queste tensioni riflettono un panorama geopolitico in rapida evoluzione in Europa, con la Finlandia e i suoi vicini nordici che cercano di proteggere i propri confini in un contesto di crescente instabilità.

Per ricevere in anteprima le notizie scarica GRATIS la nostra App

La fine di un’era: Clarkson, Hammond e May sciolgono la loro società di produzione
Jeremy Clarkson, Richard Hammond e James May hanno ufficialmente sciolto la W. Chump and Sons, la società di produzione dietro The Grand Tour. Questo segna la fine di una collaborazione ventennale che ha rivoluzionato i programmi automobilistici in TV.
continua a leggere...
Maltempo al Nord, esondazioni con frane e danni in molte province: VIDEO
Violenta ondata di maltempo colpisce il Nord Italia il 12 luglio 2024. Lombardia, Piemonte e Trentino-Alto Adige le regioni più colpite. Esondato il lago di Como, frane nel Lecchese, allagamenti e blackout a Milano. Danni ingenti in diverse province.
Credit © Vigili del Fuoco
continua a leggere...
Maltempo in Lombardia: danni in sette province, esondato il lago di Como
Violenta ondata di maltempo colpisce il Nord Italia, con particolare intensità in Lombardia. Sette province subiscono danni significativi, tra cui allagamenti, frane e interruzioni della viabilità. Il lago di Como esonda, causando disagi nel capoluogo lariano e nelle zone limitrofe.
continua a leggere...