Vai al contenuto

Dengue, il Ministero della Salute innalza l’Allerta alle frontiere 

A causa dell’aumento globale dei casi di Dengueg li Uffici di Sanità Marittima Aerea e di Frontiera hanno avuto l’indicazione di innalzare il livello di allerta e vigilanza nei confronti dei vettori provenienti e delle merci importate dai Paesi in cui è frequente e continuo il rischio di contrarre la malattia.

Credit © Unsplash

L’aumento dei casi di dengue a livello globale ha sollevato l’allerta e la necessità di maggiori misure preventive da parte degli Uffici di Sanità Marittima Aerea e di Frontiera (Usmaf-Sasn). Il Ministero della Salute ha preso in considerazione una mappa del rischio pubblicata dal Centers of Disease Control and Prevention americano, che identifica i paesi a rischio, sottolineando la situazione critica in Brasile e in Argentina.

Secondo il Regolamento Sanitario Internazionale, è richiesta l’eliminazione delle fonti di infezione e contaminazione entro i 400 metri dagli aeroporti e dai porti. Inoltre, è essenziale attuare una stretta sorveglianza e disinsettazione degli aeromobili. Si raccomanda di valutare interventi straordinari di sorveglianza e disinfestazione delle popolazioni di vettori e altri infestanti.

La dengue è una malattia infettiva tropicale trasmessa dalle zanzare e può manifestarsi in forma grave, nota come “dengue emorragica”, che può essere letale. È causata dal virus dengue, appartenente al gruppo degli Arbovirus, e viene trasmessa all’uomo da zanzare del genere Aedes. La malattia è diffusa principalmente nei paesi tropicali e subtropicali, ed è comune tra i viaggiatori di ritorno da queste aree.

La trasmissione avviene tramite la puntura di zanzara infetta e il virus circola nel sangue della persona infetta per 2-7 giorni. Si rileva che la dengue è diffusa soprattutto in aree urbane durante e dopo la stagione delle piogge. Inoltre, l’aumento dei casi di dengue nei paesi dell’emisfero nord è collegato all’incremento degli spostamenti verso le aree tropicali e subtropicali.

L’emergenza dengue richiede una risposta immediata e coordinata a livello globale per limitare la diffusione della malattia. È fondamentale aumentare la consapevolezza pubblica riguardo alle misure preventive e ai sintomi della dengue, nonché implementare strategie di controllo dei vettori. Inoltre, è necessario intensificare la ricerca e lo sviluppo di vaccini e terapie efficaci per combattere questa malattia.

La situazione richiede un impegno congiunto da parte delle autorità sanitarie, dei governi nazionali, delle organizzazioni internazionali e della comunità scientifica per affrontare l’emergenza dengue e proteggere la salute pubblica a livello mondiale. L’adozione di misure tempestive e mirate è cruciale per prevenire la diffusione della dengue e ridurre l’impatto devastante che questa malattia può avere sulle comunità colpite.

Per ricevere in anteprima le notizie scarica GRATIS la nostra App

METEO, PREVISIONI PER MARTEDÌ 28 MAGGIO: INSTABILITÀ DA NORD A SUD
Giornata caratterizzata da variabilità atmosferica con piogge e schiarite su tutta la penisola.
continua a leggere...
Meteo, previsioni per Martedì 28 Maggio: temporali al Centro Nord sole al Sud
Ancora qualche temporale al Nord in estensione al centro e a parte del Sud. Sulle isole maggiori invece sole e temperature in rialzo. Ecco le previsioni meteo per martedì 28 maggio.
continua a leggere...
Cometa Tsuchinshan-ATLAS, ecco quando vederla e come
La cometa C/2023 A3 (Tsuchinshan-ATLAS), scoperta nel 2023, promette di diventare uno spettacolo mozzafiato nei cieli. Visibile ad occhio nudo, raggiungerà il massimo splendore. Ecco tutto quello che c'è da sapere per non perdersi questo straordinario evento celeste.
continua a leggere...