Vai al contenuto

Difesa Crosetto: “Si a più soldati ma no alla leva obbligatoria”

Il Ministro della Difesa, Guido Crosetto, annuncia che il Governo è pronto ad incrementare il numero dei soldati nelle forze armata ma esclude il ritorno alla leva obbligatoria.

Credit © Ministero della Difesa

In una recente dichiarazione il Ministro della Difesa italiano, Guido Crosetto, ha anticipato che il governo è pronto a rispondere alla richiesta di un incremento delle forze armate avanzata dal Capo di Stato Maggiore Ammiraglio Cavo Dragone. La risposta del governo però esclude categoricamente il ritorno alla leva obbligatoria, orientandosi piuttosto verso il reclutamento di soldati professionisti.

Questa mossa si inserisce in un contesto di rafforzamento della politica di difesa nazionale, in linea con il principio “Si vis pacem, para bellum” – se vuoi la pace, preparati alla guerra – che sembra guidare l’attuale indirizzo del governo Meloni in materia di sicurezza e difesa.

Crosetto ha inoltre delineato alcuni dettagli significativi riguardanti la riforma della politica di difesa, tra cui spiccano il trasferimento del controllo sull’export di armamenti dalle mani dei diplomatici a quelle di Palazzo Chigi e il ritorno alla riservatezza sulle forniture militari all’estero. Queste misure indicano un chiaro intento di rafforzare la sovranità nazionale in materia di difesa e di politica estera, nonché di garantire una maggiore sicurezza nelle operazioni internazionali.

Per ricevere in anteprima le notizie scarica GRATIS la nostra App

Incendi boschivi, oggi 18 richieste d’intervento aereo
Nella giornata di oggi gli equipaggi dei Canadair e degli elicotteri della flotta aerea dello Stato, coordinati dal Dipartimento della Protezione Civile sono stati impegnati dalle prime luci del giorno nelle operazioni di spegnimento degli incendi boschivi
Credit © Chiara Guercio
continua a leggere...
Meteo, l’Anticiclone porta una bolla di calore sull’Italia: temperature roventi
L'anticiclone africano si rafforza portando una intensa ondata di caldo su tutta l'Italia nella prossima settimana. Previste temperature estreme fino a 40°C, con picchi anche superiori al Centro-Sud. Il caldo afoso aumenterà anche al Nord.
continua a leggere...
Maltempo al Nord, esondazioni con frane e danni in molte province: VIDEO
Violenta ondata di maltempo colpisce il Nord Italia il 12 luglio 2024. Lombardia, Piemonte e Trentino-Alto Adige le regioni più colpite. Esondato il lago di Como, frane nel Lecchese, allagamenti e blackout a Milano. Danni ingenti in diverse province.
Credit © Vigili del Fuoco
continua a leggere...