Vai al contenuto

Meteo, Attenzione alle Supercelle Temporalesche in arrivo al Nord: ecco dove

Nelle prossime ore, diverse regioni italiane saranno interessate dalla formazione di supercelle temporalesche, fenomeni meteorologici estremi capaci di causare gravi danni. Ecco le aree più a rischio.

Italia – Nelle prossime ore, l’Italia si prepara ad affrontare una fase meteorologica particolarmente critica con la formazione di supercelle temporalesche. Questi fenomeni, tra i più potenti e pericolosi, sono caratterizzati da una corrente ascensionale calda rotante all’interno del sistema, che può estendersi per centinaia di chilometri e durare diverse ore. Le supercelle possono provocare grandinate, forti raffiche di vento, nubifragi e, nei casi più estremi, tornado.

Secondo le previsioni, le regioni del Nord Italia sono quelle maggiormente esposte al rischio di supercelle temporalesche. Il rischio di supercelle temporalesche, con fenomeni violenti e localizzati, sarà particolarmente alto tra Lombardia, Emilia Romagna, Veneto, Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia. Anche le Alpi e le Prealpi vedranno un aumento dell’instabilità con temporali sparsi. Le recenti ondate di caldo, causate dall’anticiclone africano, hanno accumulato molto calore e umidità negli strati più bassi dell’atmosfera. Quando questa massa d’aria calda entra in contatto con aria fredda, si creano le condizioni ideali per la formazione di supercelle.

Le supercelle sono temporali a cella singola e autoalimentata, con una zona di bassa pressione al loro interno chiamata mesociclone. Questi sistemi possono raggiungere altezze di 10-12 km e sono in grado di scatenare eventi meteorologici estremi come grandine di grandi dimensioni e tornado. Tra le caratteristiche distintive delle supercelle troviamo l’overshooting top, una protuberanza che si forma al di sopra del cumulonembo e che indica temporali molto violenti, e la funnel cloud, una colonna d’aria in rotazione che può alzare detriti e creare danni anche senza toccare il suolo.

Le previsioni meteo indicano che nelle prossime ore le supercelle potrebbero colpire diverse regioni del Nord Italia, con particolare attenzione alla Lombardia, Emilia Romagna, Veneto, Trentino e Friuli. Questi fenomeni sono attesi a causa dell’irruzione di aria più fredda che, combinata con l’energia potenziale accumulata, favorisce lo sviluppo di temporali intensi. Gli esperti raccomandano di prestare massima attenzione e di seguire gli aggiornamenti meteo per evitare situazioni di pericolo.

Le supercelle possono causare danni significativi, tra cui allagamenti, danni strutturali dovuti a grandine e vento, e interruzioni di corrente. È fondamentale che la popolazione delle aree a rischio prenda precauzioni, come mettere al sicuro veicoli e oggetti all’aperto, e rimanere informata attraverso i canali ufficiali di comunicazione meteorologica.

Le condizioni meteorologiche delle prossime ore richiedono massima attenzione e preparazione per affrontare eventuali emergenze legate a questi fenomeni estremi.

Per ricevere in anteprima le notizie scarica GRATIS la nostra App

IT-Alert, 25 Giugno test in Lombardia: ecco in che zone
Oggi, martedì 25 giugno, si svolgerà un test del sistema di allarme pubblico IT-alert in parte della Regione Lombardi sul rischio di incidente rilevante in uno stabilimento industriale.
continua a leggere...
Meteo, previsioni per domani, mercoledì 26 giugno: instabilità diffusa su tutta la penisola
Previsioni meteo dettagliate per domani, Mercoledì 26 Giugno: instabilità atmosferica su gran parte d'Italia con precipitazioni sparse e schiarite.
continua a leggere...
Meteo, previsioni per oggi, martedì 25 giugno: instabilità diffusa con precipitazioni
Previsioni meteo dettagliate per oggi, Martedì 25 Giugno: condizioni meteorologiche instabili con precipitazioni sparse su gran parte dell'Italia.
continua a leggere...