Vai al contenuto

L’Iran minaccia di attaccare i siti nucleari israeliani

L’Iran ha annunciato che attaccherà i siti nucleari israeliani in caso di aggressione da parte dello Stato ebraico.

In un momento di crescente tensione nel Medio Oriente, l’Iran ha lanciato un avvertimento severo verso Israele. Secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa Tass, i pasdaran, ovvero i membri della Guardia Rivoluzionaria Islamica dell’Iran, hanno annunciato che il paese è pronto ad attaccare i siti nucleari israeliani in caso di “aggressione” da parte dello Stato ebraico.

La minaccia iraniana di prendere di mira le infrastrutture nucleari israeliane rappresenta un’escalation significativa nel conflitto tra i due paesi. Israele, che non ha mai confermato ufficialmente di possedere armi nucleari, è considerato uno dei paesi più avanzati in termini di tecnologia nucleare.

Fonte: Sky News

20:07

Iran all'Onu, "Se Israele ci attacca lo rimpiangerà"

“In caso di ulteriori attacchi da parte del regime israeliano, l’Iran non esiterebbe neanche un attimo ad una risposta che gli faccia rimpiangere le sue azioni. Nessuno Stato membro sarebbe rimasto zitto dopo l’attacco ad una sua ambasciata, simbolo della propria sovranità. L’attacco di sabato notte dell’Iran è stato necessario, non avevamo altra opzione, ed è stato in risposta all’attacco israeliano”.

Lo ha detto il ministro degli Esteri iraniano Hossein Amir-Abdollahian al Consiglio di Sicurezza dell’Onu.

15:35

Stati Uniti, nuove sanzioni contro l'Iran

Il Presidente Joe Biden ha annunciato nuove sanzioni contro l’Iran: “Siamo impegnati nella difesa di Israele, dei nostri soldati e dei nostri partner nella regione. E non esiteremo a intraprendere tutte le azioni necessarie contro gli attacchi di Teheran e dei suoi alleati

15:22

Gaza, 33.970 palestinesi morti dall'inizio della guerra

Almeno 33.970 palestinesi sono stati uccisi da Israele a Gaza e 76.770 sono stati feriti dal 7 ottobre, ha dichiarato il ministero della Sanità del territorio guidato da Hamas.
Il ministero non distingue tra civili e combattenti nei suoi rapporti, ma afferma che la maggior parte delle persone uccise sono donne e bambini.

Il 9 novembre, l’assistente del Segretario di Stato americano per gli affari del Vicino Oriente, Barbara Leaf, ha dichiarato a una commissione del Congresso che è “molto possibile” che il numero di palestinesi uccisi da Israele dall’inizio del conflitto sia più alto della cifra fornita dal ministero della Sanità a Gaza.
“Pensiamo che siano molto alti, francamente, e potrebbe essere che siano ancora più alti di quelli citati”

14:17

Iran, "Le nostre mani sono sul grilletto"

“Una revisione della nostra dottrina e politica nucleare e delle considerazioni precedentemente comunicate è del tutto possibile”, ha dichiarato Ahmad Haghtalab, responsabile della sicurezza nucleare.
Il comandante ha detto che le strutture nucleari di Israele sono state identificate, aggiungendo che “le nostre mani sono sul grilletto”.

Per ricevere in anteprima le notizie scarica GRATIS la nostra App

Incentivi auto, i nuovi ecobonus dal 3 giugno: ecco come ottenerli
Dal 3 giugno sarà possibile presentare le domande per i nuovi ecobonus auto. Ecco tutte le informazioni necessarie per accedere agli incentivi e le modalità di richiesta.
Credit © Myenergi
continua a leggere...
Giornata Mondiale dei Bambini, evento storico a Roma
L'evento, che si terrà allo Stadio Olimpico e in Piazza San Pietro, vedrà la partecipazione di bambini da tutto il mondo e culminerà con una celebrazione eucaristica presieduta dal Santo Padre.
continua a leggere...
Nato, Stoltenberg: “Togliere il divieto a Kiev di colpire obiettivi in Russia”
Il segretario generale della NATO, Jens Stoltenberg, ha invitato i paesi membri dell'Alleanza Atlantica a rimuovere il divieto per l'Ucraina di colpire obiettivi in Russia.
Credit © NATO
continua a leggere...