Vai al contenuto

Coldiretti, “Con le follie UE a rischio il 30% del cibo Made in Italy”

La Coldiretti esprime preoccupazione per politiche europee che potrebbero ridurre la produzione alimentare in Italia del 30%. Manifestazione a Bruxelles il 26 febbraio per presentare richieste in merito alla Politica Agricola Comune.

Credit © Elaine Casap

La Coldiretti, principale organizzazione agricola italiana, ha manifestato forte preoccupazione riguardo alle politiche europee che potrebbero portare a una riduzione del 30% nella produzione alimentare del paese. Si teme che normative eccessive e incontrollate possano avere un impatto duraturo sulle abitudini alimentari degli italiani, aprendo la strada a un aumento delle importazioni dall’estero.

In risposta a queste preoccupazioni, la Coldiretti ha annunciato una manifestazione che si terrà a Bruxelles il 26 febbraio, in concomitanza con il Consiglio dei Ministri dell’Agricoltura. L’obiettivo principale sarà quello di presentare le richieste in merito alla nuova proposta sulla Politica Agricola Comune, evidenziando le sfide e le minacce che essa potrebbe rappresentare per l’agricoltura italiana.

Gli agricoltori italiani si oppongono a varie politiche europee, tra cui divieti su alcuni prodotti, l’introduzione di insetti nei cibi, l’equiparazione di alcune attività agricole a quelle industriali, valutazioni negative sul cibo Made in Italy e l’importazione di prodotti non conformi alle normative italiane. La disputa coinvolge anche l’introduzione di etichette allarmistiche sulle bottiglie di vino, l’eliminazione della pesca a strascico, l’autorizzazione all’importazione di prodotti non conformi e la vendita di prodotti contraffatti.

Un punto particolarmente delicato è rappresentato dall’importazione di grano dal Canada, coltivato con l’uso di glifosato, una pratica vietata in Italia. La Coldiretti si oppone fermamente a questo tipo di importazioni, sottolineando il rischio che prodotti non conformi possano minare la qualità e la reputazione del cibo italiano.

In sintesi, la preoccupazione della Coldiretti riflette una serie di sfide e questioni cruciali che coinvolgono l’agricoltura italiana e le politiche europee. La manifestazione a Bruxelles si prospetta come un’importante occasione per esprimere le preoccupazioni del settore e per cercare soluzioni che possano garantire la sostenibilità e la qualità dell’agricoltura italiana.

Per ricevere in anteprima le notizie scarica GRATIS la nostra App

METEO, PREVISIONI PER MARTEDÌ 28 MAGGIO: INSTABILITÀ DA NORD A SUD
Giornata caratterizzata da variabilità atmosferica con piogge e schiarite su tutta la penisola.
continua a leggere...
Meteo, previsioni per Martedì 28 Maggio: temporali al Centro Nord sole al Sud
Ancora qualche temporale al Nord in estensione al centro e a parte del Sud. Sulle isole maggiori invece sole e temperature in rialzo. Ecco le previsioni meteo per martedì 28 maggio.
continua a leggere...
Cometa Tsuchinshan-ATLAS, ecco quando vederla e come
La cometa C/2023 A3 (Tsuchinshan-ATLAS), scoperta nel 2023, promette di diventare uno spettacolo mozzafiato nei cieli. Visibile ad occhio nudo, raggiungerà il massimo splendore. Ecco tutto quello che c'è da sapere per non perdersi questo straordinario evento celeste.
continua a leggere...